Violentata in Circumvesuviana: uno stupro è uno stupro

Sapete cosa mi fa schifo? Che la ragazza vittima dello stupro nell’ascensore della Circumvesuviana non meriti la solidarietà e l’attenzione di una parte del Paese. E sapete perché? Perché gli schifosi stupratori sono italiani. E quindi, chi se ne fotte.

Fossero stati stranieri non si parlerebbe d’altro. E invece oggi silenzio. Muti. Per questo mi fate schifo. Uno stupro è uno stupro.

E vi dovrebbe indignare allo stesso modo sia che il bastardo sia nero o bianco o giallo o verde.
Oggi dovremmo tutti fare sentire la nostra vicinanza e solidarietà a questa giovane ragazza ancora sotto choc.
Matteo Salvini invece fare in modo che non accada più. Perché questo è il suo lavoro se ancora non l’avesse capito.

Solo questo.

1 comment
    • Margherita
    • Castrazione chimica….
      Carcere a vita.
      Fino a che lo stupro sarà trattato come una cosa comune non saremo un paese civile.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *